Manifestazione 22 Novembre

Immagine Postato il Aggiornato il

Alcune immagini della manifestazione tenutasi questa mattina davanti alla sede di Laziodisu dalle ore 10.00, insieme agli studenti del De Lollis Occupato e dello Studentato Liberato Boccone del Povero (studentato di Tor Vergata).

Risposta del De Lollis Occupato al comunicato pubblicato sul sito di LazioDisu al link:
http://www.laziodisu.it/default.asp?id=51688

1397637_636771153053533_1901751021_o“Noi studenti e studentesse del “De Lollis Occupato” riteniamo inaccettabili i contenuti e i toni del comunicato pubblicato sul sito Laziodisu nella giornata odierna.
Alle esigenze reali degli student* la Regione Lazio ha deciso di rispondere con uno spot elettorale e delle infondate accuse, evitando accuratamente di entrare nel merito delle problematiche inerenti il welfare studentesco di questa regione.

A Roma sono presenti circa 90.000 studenti fuori sede e sono soltanto 1801 i posti alloggio messi a disposizione a fronte di 2707 studenti aventi diritto. Come se non bastasse i suddetti alloggi sono dislocati, nella maggior parte, in zone periferiche di Roma con conseguenti disagi per la mobilità e l’accesso agli ambienti didattici e IMG-20131122-WA0000formativi.
Nell’anno accademico 2012/2013 risultavano circa 1000 gli idonei non vincitori, studenti meritevoli e privi di mezzi a cui non veniva dato il posto alloggio. Sarebbero stati 208 in più se la scorsa mobilitazione del De Lollis Occupato non fosse riuscita ad annullare una delibera del consiglio di amministrazione Laziodisu, che addirittura autorizzava ad affittare a privati a prezzi di mercato fino al 25% dei posti alloggio pubblici disponibili.
Anche quest’anno lo stato emergenziale si ripropone praticamente negli stessi termini: sono 906 gli studenti aventi diritto che non avranno la possibilità di usufruire del posto alloggio e saranno costretti ad abbandonare il proprio percorso formativo, se non addirittura a rinunciare a cominciarlo. Sono infatti ben 821 su IMG-20131122-WA0001906 gli studenti matricole: il dato dimostra uno sbarramento vero e proprio all’accesso alla formazione superiore. Risultano 554 i posti alloggio che possono essere messi a disposizione immediatamente:
Residenza di Boccone del Povero 73 posti e Civis 222 posti (di cui 50 pur se non messi a bando affittati a prezzo di mercato)
Residenza di via del Mandrione 88 posti (messa a bando nel 2011/12 poi inspiegabilmente scomparso)
L’Ala C dello studentato De Lollis con 110 posti che con i 61 di Casalbertone costituisce il più palese paradosso creato dalla giunta regionale che li ha inseriti nel bando di concorso 2013/14, ma non li hai messi realmente a disposizione.

IMG-20131122-WA0002Vogliamo porre all’attenzione del dibattito pubblico l’evidente continuità con le politiche della precedente amministrazione, nonostante in periodo elettorale Zingaretti e l’attuale giunta regionale avessero promesso il rifinanziamento totale delle borse di studio (su cui ad oggi l’investimento regionale è minimo) eliminando la figura dell’idoneo non vincitore.
Sono tantissimi a Roma gli immobili sfitti e non utilizzati, che si prometteva, sarebbero stati riqualificati e messi a disposizione degli studenti: queste buone intenzioni, però, restano fumo da campagna elettorale.

I dati forniti raccontano come per la Regione il diritto allo studio non sia una priorità, infatti lo stesso commissario straordinario Laziodisu Ursino, durante un IMG-20131122-WA0003confronto con gli studenti ha tenuto a sottolineare che il diritto allo studio non va garantito a tutti, ma è necessario tener conto dello stato di crisi in cui riversiamo. A questa farsa rispondiamo spiegando al Dott. Ursino che non è possibile intendere il diritto allo studio come una spesa da tagliare, ma come un diritto assoluto che va garantito a tutt*.
Negli ultimi anni anche a livello regionale, in nome di strumentali necessità tecniche e di bilancio, si è proceduto al raggiungimento di un obiettivo politico ben preciso: il totale smantellamento del welfare e dell’università pubblica.

La Regione, invece di rispondere alle esigenze reali degli studenti, preferisce strumentalizzare la nostra protesta e lo esplicita descrivendo la realtà della IMG-20131122-WA0004mobilitazione in modo falso e tendenzioso; la nostra realtà è un processo reale che pone al centro gli studenti idonei non vincitori assegnando loro in autogestione i posti alloggio cui hanno diritto.
E’ per questo che ci siamo riappropriati di una piccola parte dei nostri diritti.

Definiscono illegale la nostra occupazione, ma di fatto è l’unica strada che ci permette di continuare a studiare nelle nostre università e contemporaneamente ci permette di aprire con forza una vertenza sul tema del Diritto allo Studio in questa Regione. Siamo noi a non vedere nulla di legale in un ente (recentemente commissariato) che lascia 906 studenti senza un tetto e senza la possibilità di studiare.

1472894_478961122218538_2101783254_nSmentiamo, infine, con forza, le dichiarazioni che ci indicano come un ostacolo alla ristrutturazione della palazzina, in quanto i lavori stanno già avvenendo con la nostra collaborazione. In mattinata la dirigenza di LAZIODISU e dei rappresentanti della ditta titolare dell’appalto hanno, infatti, regolarmente avviato le procedure per iniziare i lavori di collaudo.

È evidente la volontà da parte della Regione di porre gli studenti in conflitto fra loro, come se ci fossero interessi contrastanti: il nostro spazio è aperto a tutti gli student* che ne hanno il reale bisogno ed è un laboratorio che riqualifica i saperi e pone al centro il soggetto in formazione.

Non lasceremo questo spazio fino a che la Regione non darà risoluzioni concrete alla grave emergenza abitativa che gli studenti in questa città vivono ormai da anni.

Non abbiamo intenzione di fare nessun passo indietro!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...