Incontro “I (dis)servizi di architettura” 25/11/13

Postato il Aggiornato il

Lunedì 25 novembre si è svolta l’assemblea “I (dis)servizi di architettura” presso la sede di Borghetta Flaminio, in piazzale della marina, la più vessata dalla carenza di fondi per la manutenzione delle sedi; hanno partecipato il Commissario straordinario LAZIODISU C. Ursino, il Preside della facoltà R. Masiani ed una delegazione di ragazzi del De Lollis Occupato.

L’assemblea si è aperta con la proiezione del video #degradopagato realizzato da alcuni studenti della facoltà durante la scorsa settimana. Il video ha ben introdotto alcune delle tematiche poi affrontate nel corso dell’assemblea, veicolando la propria denuncia con riprese di situazioni di particolare degrado interne alle cinque sedi, a contrasto con discorsi di celebri progettisti sulla formazione dell’architetto e sul valore dell’architettura.

Il primo intervento è stato del Commissario straordinario di LAZIODISU C. Ursino; sollevato il problema del degrado delle sedi della facoltà e della mancanza della mensa nonché di punti di ristoro convenzionati il commissario afferma che LAZIODISU non è responsabile della manutenzione delle sedi della facoltà, ma che tali problematiche fanno capo direttamente all’ateneo. Per quanto riguarda la questione mensa, il commissario (dopo un resoconto storico sulla nascita e sull’ attività di LAZIODISU) spiega la precarietà della situazione attuale, dovuta alla mancanza dell’erogazione di fondi da parte della regione negli ultimi due anni; al momento attuale LAZIODISU sta lentamente sanando una serie di debiti accumulatisi negli ultimi 5 anni. Da giugno a settembre si è provveduto al pagamento del 50 % delle borse assegnate e a parte del saldo del corrispettivo ai fornitori, i cui pagamenti erano fermi dal 2011.

A seguito di una serie di domande riguardanti le tasse pagate dagli studenti, spiega che la tassa regionale di 140 euro ha destinazione obbligatoria e viene interamente impiegata per il pagamento delle borse, quindi non incide sull’erogazione di servizi quali la mensa.In riferimento alle tasse, all’erogazione di servizi e di posti alloggiosono intervenuti i ragazzi dello studentato “De Lollis occupato”, lamentando la grave presenza di una quantità di borsisti “idonei non vincitori” privi di posto alloggio (situazione che riguarda anche l’erogazione delle borse di studio). A tale proposito, E. Ursino preannuncia a breve l’uscita della graduatoria degli assegnatari dei posti letto, e dichiara che entro la fine di gennaio lo stabile “De Lollis” sarà ammobiliato e pienamente fruibile.
Ci si chiede come un ragazzo fuori sede, idoneo all’assegnazione di posto alloggio e quindi in una situazione di difficoltà economica, possa riuscire a frequentare le lezioni da ottobre a novembre (uscita graduatorie) o addirittura a gennaio in questo caso, senza avere un tetto sulla testa.

S. specifica, che LAZIODISU non si occupa della sede della mensa, né dell’area su cui essa andrebbe ad insistere, bensì solo della fornitura dei servizi. Presentate le proposte degli studenti per sanare la mancanza del servizio mensa, Ursino dichiara che LAZIODISU non può di fatto erogare dei buoni pasto spendibili; tuttavia la convenzione con punti di ristoro circostanti le sedi è possibile e facilmente realizzabile. Pertanto, si impegna a concludere il bando entro due mesi. Questo però esclusivamente riguardo le sedi di Gianturco, Flaminio e Marina, poiché il commissario afferma di non conoscere l’ubicazione delle restanti sedi (Via Gramsci e Fontanella Borghese),  a proposito delle quali è necessario discutere.

Segue l’intervento del Preside R. Masiani, che tiene un breve discorso nel quale esprime il disappunto per il degrado delle sedi della facoltà mostrato nel video, constatando con rammarico che il nostro paese ha perso “l’orgoglio della cultura” e “penalizza l’università”.

Intervengono infine alcuni membri del corpo docente tra cui la Prof.ssa Tuzi ed il Prof. Sbrana; tutti esprimono la loro solidarietà ed il loro completo appoggio, dichiarandosi pronti a collaborare con gli studenti per i problemi esposti. Interviene anche il responsabile del centro di taglio MLAB di via Gianturco, uno dei pochi servizi presenti nelle nostre strutture   L’intervento dell’ultimo docente reca la proposta di un incontro direttamente con il rettore L. Frati, insieme al Preside R. Masiani, i docenti e gli studenti, nonché della creazione di tavoli di lavoro per rendere concreta la collaborazione tra studenti e docenti. I tavoli di lavoro avrebbero la funzione di continuare ed approfondire le ricerche avviate dalle commissioni di studio istituite con l’occupazione e vorrebbero produrre delle richieste concrete cercando di capire chi debbano essere gli interlocutori cui riferisi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...